Mediazione Civile

La mediazione Civile

La mediazione è stata introdotta nel 2010 alternativamente alle cause civili, essa mira a conciliare una lite, risolvere i problemi, far risparmiare tempo e denaro a chi vi ricorre in via stragiudiziale, ovvero fuori dal tribunale.

Un mediatore stragiudiziale aiuta le parti a risolvere i loro problemi comuni, cercando e ideando insieme a loro soluzioni che soddisfino gli interessi di entrambe le parti. Una mediazione civile e commerciale si svolge in un ufficio e in un orario riservato esclusivamente alle parti; mentre i processi vengono tenuti in aule affollate.

Non è competente per la giurisdizione amministrativa, o le altre giurisdizioni speciali.

Il procedimento di mediazione non può avere una durata di legge superiore a tre mesi.

Esistono tre tipi di mediazione:

  • Facoltativa: Se le parti decidono spontaneamente di ricorrere al procedimento di mediazione.
  • Obbligatoria: Si ha quando prima di avviare un procedimento giudiziario, è necessario avviare preliminarmente il procedimento di mediazione come condizione essenziale per procedere al successivo, in caso di esito negativo della mediazione. L’avvocato che assiste la parte in causa saprà istruire il percorso da seguire, in base alle materie che prevedono l’obbligatorietà.
  • Delegata: Si ha quando è il giudice a disporre il procedimento di mediazione, valutata la sussistenza delle condizioni, prima dell’udienza conclusiva o prima della discussione della causa (in tal caso la mediazione diviene condizione essenziale prima di procedere alla causa stessa).

Per ciò che riguarda i costi, tutti gli atti relativi al procedimento di mediazione sono esenti da tasse o spese ma, sono previsti altri costi, per dettagli consultare il sito del Ministero di Grazia e Giustizia.

Condividi: