Carta d'identità - Cittadini Italiani

Emissione del documento attestante l'identità personale

Carta di Identità - cittadini italiani

Rilascio

La Carta d’identità rappresenta uno dei documenti ufficialmente previsti per l’attestazione dell’identità di un soggetto. Viene rilasciata dal comune di residenza o di dimora abituale del cittadino o anche da un comune italiano in cui non si risiede, previo nulla osta del proprio comune.
Di recente, con la Legge 106/2011, è stato soppresso il limite minimo di età per il suo rilascio che, in precedenza, era fissato in quindici anni, ed è stata stabilita una validità temporale diversa a seconda dell’età del cittadino minorenne, inoltre i documenti d'identità rilasciati o rinnovati a partire dal 10 febbraio 2012, Legge 35/2012, hanno validità fino alla data corrispondente al giorno del compleanno del titolare, immediatamente successivo, alla scadenza prevista per il documento stesso.

Chi può richiederla:

  • Cittadini italiani, comunitari, ed extracomunitari iscritti nell’anagrafe della popolazione residente.
  • Cittadini AIRE.
  • Cittadini italiani non residenti solo previa acquisizione del nulla-osta da parte del Comune di residenza.

Come richiederla:

Per la richiesta della carta d’identità è necessario prima di tutto tenere conto dell’età del richiedente e sulla base di questa avremo due diverse modalità di procedimento.

Cittadini maggiorenni

Il procedimento prevede l’immediato rilascio della carta d’identità, al momento in cui viene richiesta, direttamente all’interessato. Si può richiedere che il documento sia valido per l’espatrio, in tal caso è necessario sottoscrivere su apposito modello, la dichiarazione di non trovarsi in particolari condizioni che ne possano impedire il rilascio. In caso contrario o se ciò non viene dichiarato espressamente, sulla carta d`identità verrà riportata la dicitura "non valida per l`espatrio". E’ importante prestare particolare attenzione quando ci si reca dal fotografo per produrre le fototessera che verranno apposte sulla carta, infatti il Ministero dell’Interno ha dettato apposite regole sulle caratteristiche di queste foto che devono essere rispettate, qualora cosi non fosse, l’ufficiale di Anagrafe potrà rifiutare le foto non conformi, dando indicazione su come debbano essere realmente scattate. In particolare: l’inquadratura del viso e la sua espressione, la presenza di occhiali, l’assenza di qualunque copricapo, la qualità della foto, stile ed illuminazione sono prescrizioni fondamentali da rispettare.

Cittadini minorenni

I cittadini minorenni, devono presentarsi accompagnati da uno o da entrambi i genitori. Se il rilascio della carta è valido solo per l’Italia, basta la presenza di un solo genitore in possesso di documento di riconoscimento in corso di validità. Se il rilascio deve essere valido per l’espatrio, il minore dovrà essere accompagnato da entrambi i genitori, in possesso di documento di riconoscimento in corso di validità. La procedura prevede la presenza di entrambi i genitori al fine di dare il proprio assenso all’espatrio, e dichiarando sull’apposito modulo l’assenza di motivi che ostano all’espatrio. Se un genitore non potrà presenziare, l’altro dovrà portare una dichiarazione di assenso scritta su carta semplice e con allegata una copia del documento di riconoscimento in corso di validità, del genitore assente, oppure il genitore assente potrà inviarla via fax. Se l'altro genitore non vuole o non può per qualsiasi motivo dare il proprio assenso, occorre l'autorizzazione del giudice tutelare competente, che è quello del comune di residenza del minore. Quando è presente un solo genitore (vedovo/a oppure quando il bambino è stato riconosciuto solo dal padre o dalla madre), non necessita di alcuna autorizzazione. Per i cittadini minori che non hanno compiuto i quattordici anni, è necessario sapere che vigono le stesse regole del passaporto, ovvero devono viaggiare in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, oppure muniti di una dichiarazione, fatta da chi ne esercita la patria potestà, che dovrà provare tale condizione, in cui sia contenuto il nome del soggetto autorizzato a prendere il minore in affido per il viaggio; la dichiarazione dovrà essere convalidata dalla questura, o dalle autorità consolari in caso di rilascio all'estero per gli AIRE. La carta d'identità riporterà la firma del minore solo se questo ha già compiuto i dodici anni.

Cittadini non residenti

Il procedimento prevede che la carta d’identità possa essere rilasciata ad un cittadino non residente, previa richiesta del nulla osta dal comune effettivo di residenza. Questa possibilità è prevista in casi di grave e comprovato impedimento a richiedere la carta nel proprio comune. L’iter e le modalità di rilascio, ad eccezione del nulla osta al proprio comune, sono identici a quelli previsti per i residenti.

Cosa presentare:

  • tre fotografie uguali, frontali, senza copricapo e recenti
  • eventuale carta di identità scaduta
  • un valido documento di riconoscimento, in mancanza occorre la presenza di due testimoni muniti di documento di identità valido (solo per i maggiorenni, per i minorenni è obbligatoria la presenza dei genitori nelle modalità descritte).

Validità della carta d’identità:

  • 10 anni dalla data di rilascio per i cittadini maggiorenni.
  • 5 anni dalla data di rilascio per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni.
  • 3 anni per i minori di età inferiore ai 3 anni.

Rilascio in domicilio per gravi e documentati motivi

Solo per gravi e documentati motivi (malattia, invalidità, ecc.) è possibile richiedere il rilascio della Carta di identità al proprio domicilio. E` possibile richiedere il rilascio o il rinnovo della carta d’identità, presentando la documentazione richiesta allo sportello Anagrafe tramite terzi. La dichiarazione di chi non sa e non può firmare è raccolta dal pubblico ufficiale che si deve accertare dell'identità del dichiarante, attestare che la dichiarazione è stata a lui resa dall'interessato, indicando l'esistenza dell'impedimento.

Proroga

La Legge 133/2008, ha disposto la validità temporale della carta d’identità da cinque a dieci anni. Dal 26 giugno 2008 tutte le carte d’identità vengono emesse con la nuova validità temporale, ma è importante evidenziare alcuni aspetti per quelle prorogate di cinque anni che scadevano fino al 26 giugno 2008, si sono verificati infatti, casi di inutilizzabilità per l’espatrio, per cui con apposita Circolare il Ministero degli Interni ha previsto la possibilità di sostituire la carta d'identità prorogata, con una nuova carta d'identità la cui validità decennale decorrerà dalla data del rilascio, motivando l’esigenza. Ulteriori dettagli nella sezione viaggiare sicuri del Ministero degli Esteri.

Rinnovo

Il rinnovo può essere richiesto a partire da 180 giorni prima della scadenza. La documentazione da presentare è la stessa prevista nel paragrafo cosa presentare

Duplicato

E’ prevista la possibilità di richiedere un duplicato del documento in particolari situazioni, ma l’emissione è subordinata alla presentazione di alcuni documenti a seconda della fattispecie per la quale viene chiesta l’emissione di un duplicato. In particolare può essere previsto un duplicato in caso di smarrimento, furto, deterioramento. La documentazione da presentare è la seguente :

Smarrimento o Furto

  • tre fotografie uguali, frontali, senza copricapo e recenti;
  • l`originale, più una fotocopia, della denuncia di smarrimento o furto resa all`autorità di pubblica sicurezza: Carabinieri o Polizia Locale o di Stato;
  • un valido documento di riconoscimento, in mancanza occorre la presenza di due testimoni muniti di documento di identità valido (solo per i maggiorenni, per i minorenni è obbligatoria la presenza dei genitori nelle modalità descritte).

Deterioramento

  • tre fotografie uguali, frontali, senza copricapo e recenti;
  • il documento deteriorato;
  • un valido documento di riconoscimento, in mancanza occorre la presenza di due testimoni muniti di documento di identità valido (solo per i maggiorenni, per i minorenni è obbligatoria la presenza dei genitori nelle modalità descritte).

Costi

Costo rilascio :Il costo per il rilascio è di Euro 5,43 per diritto fisso e di segreteria.

Costo rinnovo: Il costo per il rinnovo è di Euro 5,43 per diritto fisso e di segreteria.

Costo duplicato: Il costo per il rilascio è di Euro 10,59 per diritto fisso e di segreteria.

Tempi di rilascio

Il rilascio per i cittadini residenti è contestuale alla richiesta.

Il rilascio per i cittadini non residenti è immediato alla ricezione del nulla osta dal proprio comune.

Normativa di riferimento

  • Legge 35/2012
  • Legge 27/2012
  • Legge 106/2011
  • Circolare n.23 del 28 luglio 2010 il Ministero degli Interni
  • Legge 133/2008
  • Dipartimento della Pubblica Sicurezza Nota n.400/A/2005/1501/P/23.13.27 del 5 dicembre 2005, caratteristiche tecnico - qualitative delle fotografie
  • Decreto del Ministro dell’Interno del 2 Agosto 2005
  • Decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000
  • Circolare Ministero Interno n.2 del 2.2.1999 per il rilascio della carta a domicilio
  • P.R. 403/98 per il rilascio della carta a domicilio
  • P.C.M. 22 Ottobre 1999 n. 437
  • Decreto del Presidente della Repubblica 649/1974 (assenso per i minori per l’espatrio)
  • D. 773/1931 (T.U.L.P.S.)
  • D. 635/1940 Regolamento per l'esecuzione del T.U.L.P.S. (art.288 e seguenti).


Condividi: